Esiste uno strumento infallibile per migliorare le tue immagini

Puoi farlo senza avere una macchina fotografica tra le mani

Imparare a fotografia, a mio avviso, è un po’ come imparare a giocare a biliardo.
Voglio dire che fare delle foto corrette, che funzionano, non è difficile.

Ti spiego meglio:

Io ho frequentato l’Istituto D’Arte. Vivevo fuori casa da solo già a 14 anni, in una città che non era la mia (no per tragedie, ma per motivi sportivi).
Quindi, non ti dovrebbe essere difficile credermi quando ti dico che:
I primi anni di superiori ero più in sala biliardi che a scuola, e giorno dopo giorno, diventavo sempre più bravo.

Il biliardo, a mio avviso, è un gioco che, se anche non sai giocare, ma conosci e hai ben chiaro cosa fare per essere bravo, ti è sufficiente allenarti, esercitarti giorno dopo giorno, per raccogliere i risultati.
Ed un giorno, all’improvviso: puff…
Il giocare a biliardo potrebbe anche diventare, un modo per procurarsi i soldi per la mensa del giorno dopo.

Esistono due tipi di bravure nel fare le cose:

  • La bravura istintiva.
  • La bravura allenata.

Quale è la differenza? E cosa c’entra la fotografia?

Sempre stando nell’esempio del biliardo è che: la bravura istintiva era quella che aveva mio fratello.
Una bravura innata, che gli ha permesso di vincere i campionati italiani, non solo grazie ai giorni di scuola saltati, ma per la sua predisposizione naturale a quel gioco.

La bravura imparata era la mia, fatta di esercizio costante e applicazione per raggiungere piccoli obiettivi.
La fotografia, a mio avviso è la stessa identica cosa.

Si può essere bravi istintivamente, e se così fosse, ti assicuro, che un corso più o meno buono di fotografia, non ti farebbe fare passi in avanti.
Anzi!
Se tu fossi davvero bravo istintivamente non sentiresti neanche il bisogno di un corso.
Cosa completamente diversa, è avere una passione per la fotografia, e questa passione la vorresti migliorare e perfezionare.

Allora sì!
Un buon maestro e un ottimo corso, ti potranno aiutare a fare passi da gigante!

Come si migliora quindi in fotografia?
Per prima cosa, bisogna sapere quali sono le cose da imparare assolutamente, e queste le può apprendere da un insegnante. Così come dovrebbe aiutarti, nel saper individuare le cose da non fare mai.
Apprese queste conoscenze, non particolarmente impegnative, arriva la parte che più di ogni altra cosa, fa la differenza in qualsiasi processo d’apprendimento:

La pratica continua!

Pratica continua da fare quando si è al lavoro, quando si è in palestra, quando si sta leggendo un libro al parco o anche, quando si guida!!
Ma come?!
Fotografare mentre si guida?? Ma sei scemo???

No, fare pratica NON vuole dire SOLO fotografare!

Fare pratica vuole dire:
Allenare, minuto dopo minuto, ora dopo ora, giorno dopo giorno, i tuoi occhi a guardare in modo differente.
Come se tu volessi costantemente fare fotografie:

  • Cercare i soggetti
  • Isolarli negli spazi
  • Evidenziarli con contrapposizioni
  • Indagare tra gli ostacoli.

In sintesi:
Seguire gli 8 punti di cui parlo ai corsi, per far sì che, il tuo soggetto emerga immediatamente da un’immagine.
Questo lo potrai applicare con sempre più facilità nelle tue immagini, se tutti i giorni, in qualsiasi situazioni, guarderai intorno a te, come volessi fotografare ad ogni istante.
Come se tu volessi comunicare costantemente ad un estraneo cosa stai vedendo! Cosa ti sta emozionando (in positivo o negativo che sia).

Vedrai, che se farai questo esercizio continuamente, quando prenderai la macchina fotografica in mano, oltre a fare meno fotografie inutili, farai sempre più immagini d’impatto e capaci di comunicare immediatamente ciò che vuoi davvero far vedere o respirare.

In questa foto ero in Giordania, in una passeggiata in un mercato.

Non volevo fare una fotografia bella, ma volevo far vedere a casa, ai miei genitori, che esistono razze di pecore che a prima vista sembrano deformi… penso che solo una fotografia possa bastare per farglielo comprendere.
Tu che dici?
Capisci che è una razza strana?

Il primo passo per fare delle fotografie davvero interessanti ed emozionanti passa dal:

  1. Sapere quali sono gli 8 modi per far emergere un soggetto da una scena.
  2. Essere consapevoli che per arrivare a fare una foto facilmente interpretabile da tutti, si passa inevitabilmente da un percorso complicato.

E per ultima, la più importante:
Per imparare a fotografare la prima cosa da fare è imparare a NON FOTOGRAFARE.

Se vuoi ricevere i prossimi contenuti per scattare fotografie migliori iscriviti alla newsletter compilando il modulo a QUESTO LINK.
Riceverai in mail tutti i prossimi articoli del blog.

Luciano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Articoli correlati